"Credo che ognuno di noi 
debba essere giudicato per ciò che ha fatto. 
Contano le azioni non le parole.
Se dovessimo dar credito ai discorsi, 
saremmo tutti bravi e irreprensibili." 
Giovanni Falcone 

 

pdfVersione scaricabile in PDF

Struttura del Codice

1. Preambolo; 2. Principi generali; 3. Norme generali di comportamento.


1. Preambolo 

Solidaria società cooperativa sociale – onlus è stata costituita allo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini attraverso la gestione di servizi socio-sanitari, assistenziali ed educativi, ai sensi dell'art. 1, lett. a, della Legge n. 381/1991.

Riconoscendo quale priorità sociale la promozione della legalità e dell’impegno sociale antimafia, la cooperativa è impegnata, in via prioritaria, in attività in favore delle vittime della mafia, del racket e dell’usura, e delle vittime di reato in genere. Operare in un settore così particolare, impone scelte etiche di alto profilo che contribuiscano a diffondere all'esterno l’immagine di una società affidabile, che opera con correttezza e trasparenza. Per tale ragione, ad integrazione di quanto previsto nello Statuto Sociale e nel Regolamento Interno, Solidaria adotta il presente Codice di comportamento etico (di seguito “Codice”).


2. Principi generali 

Con l’adozione del Codice, Solidaria ha inteso definire regole chiare, procedure e valori morali a cui uniformarsi. Destinatari del Codice sono tutti i soci e i collaboratori, senza alcuna eccezione, e tutti coloro che, direttamente o indirettamente, stabilmente o temporaneamente, instaurano rapporti o relazioni con Solidaria e operano per perseguirne gli obiettivi. I soci, l'Amministratore, il Revisore Contabile, i collaboratori, i lavoratori a qualunque livello della cooperativa, sono tenuti, pertanto, ad astenersi dal porre in essere, contribuire o dare causa alla realizzazione di comportamenti non etici che, sebbene risultino tali da non costituire di per sé fattispecie di reato, risultino in contrasto con il presente Codice. Si definiscono “non etici” quei comportamenti che costituiscono violazione delle regole della civile convivenza e dei corretti rapporti sociali e commerciali, così come previsti e disciplinati da leggi e regolamenti. Non sono, altresì, etici quei comportamenti che compromettono il rapporto di fiducia con gli utenti e che possono favorire atteggiamenti ostili nei confronti della cooperativa. Solidaria si impegna alla diffusione, verifica e monitoraggio del presente Codice. In ogni rapporto economico e non, tutte le controparti devono essere informate dell'esistenza e dei contenuti delle disposizioni di cui al presente Codice e sono tenute a rispettarle.

2.1 Onestà, imparzialità e rispetto delle norme 

L'onestà rappresenta il principio etico di riferimento per tutte le attività poste in essere da Solidaria per il compimento della propria missione. Nell'ambito della loro attività professionali, i lavoratori, soci e non soci, a qualunque livello e senza alcuna eccezione, i volontari, i collaboratori e tutti i soggetti che operano in nome e per conto di Solidaria sono tenuti a rispettare le leggi vigenti nazionali e comunitarie, lo Statuto sociale, il regolamento interno e, ove applicabili, le norme di deontologia professionale. In nessun caso è giustificata o tollerata da Solidaria una condotta in violazione di tali norme, anche qualora fosse perseguita nel Suo interesse.

2.2 Prevenzione della corruzione 

Solidaria, nella conduzione delle sue attività, vieta qualunque azione nei confronti o da parte di terzi in grado di ledere l'imparzialità e l'autonomia di giudizio. A tal riguardo, Solidaria non consente di corrispondere o accettare somme di denaro, doni o favori a/da parte di terzi, allo scopo di procurarsi vantaggi diretti o indiretti. È consentito accettare o offrire esclusivamente doni che rientrino nei consueti usi di ospitalità, cortesia e per particolari ricorrenze.

2.3 Salute, sicurezza e valore delle risorse umane 

Il rispetto dell'integrità fisica e culturale della persona rappresenta valore etico di riferimento di Solidaria. I soci lavoratori e volontari e i collaboratori sono una risorsa indispensabile per il successo della cooperativa e, pertanto, Solidaria tutela e promuove il valore delle risorse umane, allo scopo di migliorare e accrescere l'esperienza e il patrimonio delle competenze possedute da ciascun collaboratore e garantisce condizioni di lavoro rispettose della dignità individuale. Solidaria sostiene e rispetta i diritti umani, in conformità con la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell'ONU.

2.4 Conflitti d'interesse 

Solidaria s'impegna a mettere in atto misure idonee ad evitare che i soggetti coinvolti nelle attività siano in conflitto di interesse. S'intende sussistente una situazione di conflitto d'interesse nel caso in cui un lavoratore o un collaboratore con il proprio comportamento persegua interessi diversi da quello della cooperativa o si avvantaggi personalmente di opportunità d'affari della stessa, o agisca in contrasto con i doveri fiduciari legati alla sua posizione.


3. Norme generali di comportamento 

I seguenti paragrafi esplicitano le principali regole comportamentali a cui devono attenersi i lavoratori e i collaboratori che a qualunque titolo agiscono in nome e per conto di Solidaria.

3.1 Nei rapporti con gli utenti Al fine di assicurare rapporti improntati alla fiducia, alla lealtà, alla correttezza e al rispetto della dignità umana, è necessario che: - gli utenti non siano discriminati in base all'età, al sesso, alla sessualità, allo stato di salute, alla razza, alla nazionalità, alle opinioni politiche o alle credenze religiose; - venga tutelata la privacy degli utenti e assicurato il rispetto per le decisioni che, nell'ambito dei servizi resi, essi assumono; - gli utenti siano adeguatamente informati su quanto posto in essere nell'espletamento delle attività svolte in loro favore; - agli utenti non siano promessi, in alcun modo, risultati che non attengono alla responsabilità della cooperativa; - agli utenti non siano consigliate e/o proposte azioni o comportamenti contrari alle leggi; - donazioni, contributi, compensi, rimborsi spese e qualunque altra forma di rapporto economico con gli utenti sia instaurato nella massima trasparenza e nel rispetto dello Statuto sociale e della legislazione vigente.

3.2 Nei rapporti con la Pubblica Amministrazione 

L'assunzione d'impegni con Pubbliche Amministrazioni e Istituzioni Pubbliche è di competenza degli organi sociali preposti. Solidaria attraverso i propri lavoratori o rappresentanti non deve promettere, richiedere, offrire o ricevere a/da pubblici ufficiali, incaricati di pubblico servizio o dipendenti in genere della Pubblica Amministrazione o di altre Pubbliche Istituzioni, vantaggi sotto qualsiasi forma. Non è pertanto ammessa, nei rapporti con pubblici ufficiali e/o incaricati di pubblico servizio, alcuna forma di regalo o beneficio gratuito, promesso, richiesto, offerto o ricevuto, che possa essere interpretata come eccedente le normali pratiche commerciali o di cortesia, o comunque rivolta ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione di qualsiasi operazione riconducibile all'attività sociale. E' peraltro ammesso che, in occasione di particolari ricorrenze (es. festività natalizie), Solidaria possa omaggiare, secondo consuetudine, alcuni interlocutori, ivi compresi rappresentanti della Pubblica Amministrazione, con beni di modico valore. Al fine di una corretta informativa con la Pubblica Amministrazione, Solidaria si impegna a rappresentare i propri interessi e le proprie posizioni in maniera trasparente, rigorosa e coerente.

3.3 Nei rapporti interni 

L'attività degli Organi Sociali è improntata al pieno rispetto delle regole sancite dallo Statuto sociale, dal Regolamento interno e dalla legislazione vigente nazionale e comunitaria. I soggetti eletti o nominati a funzioni amministrative sono tenuti: - a impegnarsi attivamente affinché la società possa trarre beneficio dalle loro specifiche competenze; - a denunciare tempestivamente qualsiasi situazione di conflitto d'interesse che li veda coinvolti; - alla riservatezza delle informazioni acquisite nello svolgimento del proprio mandato; - a far prevalere sempre l'interesse della missione sociale rispetto all'interesse particolare del singolo.

3.4 Riservatezza delle informazioni 

Solidaria assicura la riservatezza delle informazioni in proprio possesso, definendo e aggiornando continuamente le specifiche procedure per la protezione delle informazioni richieste dalle norme vigenti, in materia di trattamento dei dati personali. Tutti coloro che, nell'esercizio delle proprie funzioni lavorative, si trovano ad avere la disponibilità di informazioni e dati riservati sono tenuti a usare tali dati solo ai fini consentiti dalle leggi.

3.5 Pubblicità del Codice 

Solidaria s’impegna a far conoscere il Codice agli utenti e agli enti pubblici e privati con cui intrattiene rapporti. Inoltre, il Codice sarà pubblicato nel sito della cooperativa e dovrà sempre essere reso disponibile a chiunque ne faccia esplicita richiesta.

3.6 Contenzioso 

In caso di ricorso, circa la conformità del comportamento tenuto da lavoratori e/o da collaboratori alle norme enunciate nel Codice, Solidaria affiderà la valutazione ad una commissione indipendente di alto profilo etico.

Il presente Codice è stato approvato dall’Assemblea dei soci in data 9 ottobre 2006.